Thurston Moore: recensione di Rock N Roll Consciousness

Thurston Moore

Rock N Roll Consciousness

Caroline Records

28 aprile 2017

genere: space rock, post-punk, krautrock, blues, alternative rock, noise, psych

_______________

Recensione a cura di Andrea Musumeci

L’ex leader dei Sonic Youth Thurston Moore (con il raggiungimento di un’età che si concede più facilmente all’autoindulgenza, e con quasi quarant’anni di attività discografica alle spalle), il 28 aprile 2017, per Caroline Records, ha dato alle stampe il suo quinto album solista, Rock N Roll Consciousness (a tre anni di distanza dal precedente The Best Day ed anticipato dall’uscita del singolo Smoke Of Dreams).

Con Rock N Roll Consciousness, Thurston Moore ha allargato quelle maglie solfuree e nevrotiche che, sin dagli esordi, hanno tratteggiato il suo perimetro sonico, concettuale ed avanguardista, dando continuità alla sua virtuosa carriera solista intrapresa ormai da tempo, che potremmo definire come una seconda giovinezza professionale.

Nelle sei tracce di Rock N Roll Consciousness, il sessantaduenne performer statunitense (forte dell’affiatamento con il supergruppo composto dal fidato Steve Shelley alla batteria, l’ex bassista My Bloody Valentine Debbie Googie ed il chitarrista James Sedwards) condensa linee vocali ed elementi sonori attraverso un caleidoscopico flusso di coscienza musicale della durata di quarantatre minuti, al cui interno confluiscono contaminazioni space rock, un’anima rumorista addomesticata, trance music ed estetica pop warholiana.

Un bouquet policromato di effetti, suoni ed improvvisazioni con il quale rende omaggio alla memoria dei precursori del post-punk e no wave newyorkesi, ma al tempo stesso, paradossalmente, si presenta sottoforma di libero sfogo in controtendenza proprio con quel filone sperimentale di fine anni ’70, quando si esploravano le potenzialità rumoristiche della chitarra e si tendeva a manomettere le convenzioni del rock ‘n’ roll.

Thurston Moore ha, dunque, perfezionato la natura filantropica del suo progetto cuspide, ammorbidendo, da una parte, il permafrost di quella materia organica che è la superficie noise e controbilanciando, dall’altra, grazie alla sua inconfondibile qualità istintiva, frutto di un percorso di maturità introspettiva, di rimando Barrettiano, che regala ancora momenti di imprevedibilità, quando gentile e quando caustica.

Rock N Roll Consciousness si accende lentamente sulle note preliminari ed arpeggiate della intro di Turn On, di rimando Velvet Underground, ed aumentando gradualmente pressione ed intensità attraverso jam session kraut di sponda Neu! e Can.

La saggezza fonica del collettivo Moore & Co. si manifesta nelle forme ossessive, ovattate, ballabili, collose e sognanti che hanno origine dai pick-up roventi della stra-consumata sei corde di Thurston Moore, nelle vellutate e penetranti evoluzioni solistiche classic rock e blues di James Sedwards e nell’incalzante sezione ritmica “filo-motorik” di Shelley e Deb Googie, in un susseguirsi di estemporanei cambi di traiettoria.

Thurston Moore enfatizza, ricompatta ed alimenta il mantra emozionale delle sue creazioni come un lievito madre della stessa consistenza oscura di In A Gadda Da Vida degli Iron Butterfly e dalla struttura malleabile che deriva da influenze algide stockhausiane e fraseggi taglienti post-rock.

Le basi ritmiche curvano verso melodie ipnotiche, sinistre e dissonanti, alternando landscapes malinconici ad una rumorosa inquietudine, in costante equilibrio tra mondo fisico e metafisico.

In definitiva, Rock N Roll Consciousness evoca il fascino magnetico del rock and roll, l’energia del punk ed il fuoco sciamanico del blues; coordinate primigenie che si tramandano come testamento di un antico e prezioso manoscritto. D’altro canto, Thurston Moore è sempre stato uno anacronistico ed anticonformista, in perenne lotta con il presente.

Membri della band:

Thurston Moore: voce, chitarra

James Sedwards: chitarra

Debbie Googe: basso, cori

Steve Shelley: batteria, percussioni

Tracklist:

1. Turn On

2. Smoke Of Dreams

3. Cease Fire

4. Exalted

5. Cusp

6. Aphrodite (2017)

© 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.