John Bonham

Redditch, 31 maggio 1948.

Nasceva John Henry Bonham, noto anche come “Bonzo”, storico batterista e cofondatore dei Led Zeppelin, uno dei batteristi più influenti nella storia della musica rock.

Morì soffocato dal suo stesso vomito a soli 32 anni, il 25 settembre 1980.

John Bonham era strano: quando era lui a comandare gli eccessi, non si curava di niente e di nessuno, tranne quando aveva sonno, e quella notte aveva sonno.

I rumori che provenivano dalla stanza a fianco, quella in cui alloggiava il gigantesco manager dei Led Zeppelin Peter Grant, gli impedivano di dormire. Li conosceva bene quei gemiti tipici della scopata, quelle urla di piacere, quei rumori che gli sembravano di sculacciate.

Li aveva sperimentati tante volte lui stesso, ma ora aveva sonno.

Così, Bonham uscì per andare a bussare alla porta di Grant, magari per buttarla giù a calci.

Prima di farlo, però, notò due cose rosse davanti alla porta: erano due scarpe da donna, con tacco altissimo.

Bonzo si ricordò di quella volta che, annoiato (o indastidito?) dalla fidanzata giapponese di Jimmy Page, le aveva sottratto la borsetta e poi pisciato dentro. Questa volta poteva fare di meglio, anzi di più. Un altro tipo di bisogni corporali.

Bonzo si avvicinò alle scarpe e fece quel che aveva in mente, poi tornò a dormire.

Era il 1971, durante il tour degli Stati Uniti.

L’indomani, al termine del concerto dei Led Zeppelin, Bonham vide procedere verso di lui una ragazza bellissima, che camminava a fianco di Peter Grant.

Quando furono vicini vicini, lei disse: “Ehi, sono quella a cui hai cagato nelle scarpe. Grazie per aver reso la mia notte ancora più indimenticabile”.

© 2019, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.