Lemmy Kilmister

28 dicembre 2015.
Muore Lemmy Kilmister dei Motörhead, a causa di un tumore alla prostata.
È stato uno dei bassisti di rock and roll più rudi ed indisciplinati dell’intera storia della musica moderna.
Bevitore e fumatore assiduo, dedito alle droghe, strafottente, contro i cliché, un personaggio sopra le righe. Con i Motörhead ha calcato per 40 anni esatti i palcoscenici più importanti del pianeta, portando energia alle nuove generazioni e dominando fieramente, per l’ultima volta, la scena di Berlino a due settimane dall’improvvisa morte.
Lemmy era un grande appassionato di blues e di rock and roll, che ha portato con sé, con i suoi Motörhead, per tutta la vita. Ha preso il rock blues anni ’50 di Chuck Berry e Little Richard e lo ha suonato alla velocità del punk, e con la violenza del metal.
Se penso ad una canzone con un suono metallico, non riesco a non pensare ad ‘Ace of Spades’.
Per questo motivo mi piace definire il suono dei Motörhead, ‘blues metal’. Non a caso hanno contributo alla nascita della new wave heavy metal britannica all’inizio degli anni ’80, e influenzato la genesi del sottogenere thrash metal statunitense qualche anno più tardi.
Corey Taylor ha scritto le seguenti parole a proposito della morte di Lemmy Kilmister: “Un amico è morto oggi. Mancherai a tutti. Il tuo nome era Lemmy e hai suonato il Rock n’ Roll. Riposa in pace”.

“Non voglio vivere ‘per sempre’, è un tempo troppo lungo. Potresti arrivare a 294 anni e ancora non sarebbe per sempre. E penso che a quel punto ti saresti già rotto le palle. Credo che chiunque ne sarebbe stufo marcio, persino io. E io adoro stare in piedi fino a tardi, sai?
A dire il vero mi piacerebbe morire l’anno prima di ‘per sempre’. Per evitare la ressa. La morte è inevitabile.
Diventi più conscio di questa cosa quando arrivi alla mia età. Io non ne ho paura, sono pronto.
Quando me ne andrò, me ne andrò facendo del mio meglio: se dovesse succedere domani, non avrò da lamentarmi. E’ stato bello”.
– Lemmy Kilmister

© 2018, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *