Metallica – Master of Puppets

Il 27 dicembre 1985.

I Metallica concludevano le registrazioni dell’album ‘Master Of Puppets’, iniziate in settembre negli ‘Sweet Silence Studios’ di Copenhagen, l’ultimo con il compianto Cliff Burton.

I fan potranno ascoltare questa pietra miliare del thrash metal solamente il 3 marzo dell’anno successivo, data di pubblicazione dell’album.

‘Master of Puppets’ entrerà nel ‘Registro Nazionale dei Dischi degli Stati Uniti’.

Il leggendario album dei Metallica ‘Master of Puppets’ è stato selezionato per entrare nel ‘Library of Congress’ National Recording Registry (il Registro Nazionale dei Dischi della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti).

La Biblioteca del Congresso ogni anno seleziona 25 album che sono ‘culturalmente, storicamente ed esteticamente significativi’ e almeno vecchi di 10 anni per essere conservati tra i reperti culturali più importanti esistenti per le generazioni future.

Eravamo nel 1986, il thrash metal non era più una gemma grezza e di nicchia. Misantropia, nichilismo, esistenzialismo, satanismo, protesta contro le convenzioni e le istituzioni, il tutto accompagnato dalla potenza dell’heavy metal tradizionale e dalla velocità di esecuzione del punk hardcore.

Ma non fatevi ingannare. C’era anche tanta melodia.

‘Master of Puppets’ è stato uno dei prodotti musicali più importanti e decisivi per l’esposizione mainstream del sottogenere thrash metal.

Diverranno ‘pop’ nel decennio successivo, ma questo è un altro discorso.

‘Master of Puppets’ è un disco assolutamente imprescindibile.

© 2018, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *