An Early Bird: recensione di Echoes Of Unspoken Words

An Early Bird

Echoes Of Unspoken Words

Artist First

2 ottobre 2020

genere: cantautorato folk acustico, shoegaze, elettropop, dream folk
_______________

Nell’immaginario collettivo, settembre è il mese della malinconia; il periodo dell’anno in cui l’estate finisce, portandosi dietro desideri insoddisfatti ed echi di parole non dette attraverso un arco temporale di transizione che si trascina fino ai primi giorni di ottobre.

Le ore di luce iniziano ad accorciarsi, il sole si fa pallido ed i tanto amati tormentoni estivi cedono il passo a note più tristi e riflessive che sanno già di letargo invernale, nella metafora del cambiamento e come anticamera dell’autunno con il suo romantico declino dai riflessi mediterranei e la sua celata irrequietezza.

Verosimilmente, in sintesi, questo è il mood atmosferico che troviamo nello spartito immaginifico di Echoes Of Unspoken Words, nuova release del folksinger Stefano De Stefano, in arte An Early Bird.

Il cantautore partenopeo dal background anglofilo (che trae ispirazione dalle scritture contemporanee di Stu Larsen, Glen Hansard, Sufjan Stevens ed Iron Wine) torna sulle scene a distanza di un anno dalla pubblicazione dell’EP In Depths con una raccolta di 11 tracce inedite in uscita il prossimo 2 ottobre per l’etichetta indipendente Artist First ed anticipato da ben cinque singoli: Talk To Strangers, One Kiss Broke The Promise, From Afar, Racing Hearts e State Of Play.

Un soundtrack introspettivo fatto di chitarre sognanti shoegaze, di eleganti aperture dream elettroniche e di folk roots agrodolci dalle linee armoniche retrò, mentre melodie seducenti, intime, vibrate, profonde, inafferrabili e poetiche poggiano sul raffinato timbro vocale di Stefano, svelando, seppur timidamente, il vissuto dell’ex leader dei Pipers tra analisi interiore ed osservazione dell’ambiente esterno.

Quelle proposte da An Early Bird sono istantanee sfuggenti come sogni ad occhi aperti, come quei ricordi in fondo ad un vecchio bicchiere, come le dita che scorrono sulla tastiera di una sei corde acustica, in un giusto equilibrio tra ballate folk per pianoforte ed arpeggi finger style (One Kiss Broke The Promise) che cresce emotivamente in mezzo a vibrazioni urbane e delicate atmosfere ambient notturne (Racing Hearts) rimaste per troppo tempo dimenticate in un cassetto.

Un foliage di trame melodiche, frizzantine, nostalgiche e malinconiche va a fotografare la bellezza e il dolore della crescita, la dolcezza della sofferenza ed i compromessi della vita difficili da accettare.

Con la sensibilità di classici quali George Harrison e John Lennon, Stefano De Stefano ci mostra, con determinazione mista a passione, la sua visione carezzevole, fragile, disincantata, inquieta ed introversa del mondo circostante, raccontando frammenti di promesse, delusioni, cuori infranti, mancanze, cicatrici, rimpianti e speranze.

Echoes Of Unspoken Words è un placido folk bucolico, intenso, fluido e ovattato, che penetra sottopelle e che vive di semplicità epidermica, nel suo tentativo onirico di rivelare il microcosmo dell’anima, senza risultare mai banale.

Non resta che immergersi nei colori vintage e nella solitudine di certi panorami e paesaggi, guardando fuori dal nostro finestrino per imparare a conoscersi anche attraverso le parole di estranei (Talk To Strangers).

Echoes Of Unspoken Words torna a contemplare gli elementi essenziali della natura e ad interrogarsi sulla flessibilità del tempo e sulle distanze che ci separano; quelle distanze che non si possono misurare e che rimangono sospese nella forza e nel ricordo intimo di quel passato di cose non dette.

Membri della band:

Stefano De Stefano: musica, testi, voce, chitarre acustiche & elettriche, pianoforte, sintetizzatori, irish bouzouki

Chitarra elettrica in State Of Play: Claudio Piperissa

Chitarra elettrica in Stay: Alessandro Panzeri aka OFLB

Prodotto, registrato e missato presso il Faro Studio da Lucantonio Fusaro, Claudio Piperissa e Luca Ferrari. Masterizzato presso Eleven Mastering.

Tracklist:

1. Declaration Of Life

2. Talk To Strangers (feat. OFLB)

3. Racing Hearts

4. Fire Escape

5. One Kiss Broke The Promise

6. State Of Play

7. The Magic Of Things

8. From Afar

9. Stay

10. The Prisoner

11. Mermaid Song

© 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.