LAGS (To Lose La Track): il 15 novembre inizia il tour europeo!

Dopo due album e altrettanti EP in cinque anni d’intensa carriera; dopo un centinaio di date in giro per l’Italia; dopo aver partecipato ai principali festival nazionali (Venezia Hardcore, Italian Party, Lars Rock Fest, tra gli altri e solo nell’ultimo anno); dopo aver avuto l’onore di aprire per i canadesi Metz (acclamati dalla stampa di settore nazionale e non): finalmente i Lags esporteranno la dolce carica esplosiva del loro post-hardcore oltre gli italici confini. Organizzato da Yummi Truffles Collective, il primo tour europeo della band romana si svilupperà tra Francia Belgio e Regno Unito. Roma e Bologna saranno le ultime due date in Italia per il 2019 e si preannunciano alquanto infuocate. Come i Lags. Come la loro musica.

15-11 | IT | Wishlist Roma – Roma
19-11 | IT | Freakout Club – Bologna
20-11 | FR | Brin de Zinc – Barberaz
21-11 | FR | Le Farmer – Lyon
22-11 | FR | The Message – Troyes
23-11 | FR | ESS’pace – Paris
25-11 | BE | CHAFF – Bruxelles
26-11 | UK | The Pipeline – Brighton
27-11 | UK | Aces & Eights – NW5 – London
28-11 | FR | El Camino – Caen
29-11 | FR | Le Nadir – Bourges
30-11 | FR | Le Poulpe – Reignier
02-12 | FR | Disorder Club – Saint-Étienne
03-12 | FR | Cluricaume Café – Poitiers
04-12 | FR | La Cave à Rock – Toulouse
05-12 | FR | Bar Le Cheval Blanc – Saint Germain Laval
06-12 | FR | Le Circus – Capbreton


I Lags sono: Antonio Canestri (voce e chitarra), Andrew Howe (batteria), Daniele De Carli (basso), Gianluca Lateana (chitarra). Andrew non potrà seguire la band durante il tour, al suo posto – in tutte le date – ci sarà Alessandro Pascolo.

Dicono di SOON, il secondo disco dei LAGS uscito a marzo per le etichette italiane To Lose La Track e Fuzzy Cluster Records e la britannica Casu Marzu Records:

«Un magmatico flusso musicale in cui l’aggressività ed immediatezza trovano il giusto compromesso.» ROCKERILLA

«[…] non è che l’album si fossilizza su posizioni risapute perché i Lags hanno dalla loro anche quel tocco più orecchiabile e che potrebbe solleticare anche le orecchie di chi non ama particolarmente compressioni e velocità.» BUSCADERO

«È un po’ come se At the Drive In e Seven Storey Mountain fossero consigliati o coadiuvati dietro la consolle da Arcade Fire e TV On The Radio.» BLOW UP

«Non nascondono nulla i Lags. Sono una faccia senza maschera, sudata, urlante e sofferente.» RUMORE

«La nota sorprendente di questo disco è la mescolanza di micro-influenze che lo vanno a collocare fuori di alcuni passi dal filone classicista che predomina nel punk-hardcore.» ROCKIT

«[…] una rinnovata attenzione per i dettagli. Aumenta anche il mix di influenze, prendendo di sponda la nu-nu-wave degli Interpol in “Showdown”, gli At The Drive In in “Second Thoughts” e certi aromi guitar indie-rock nella successiva “What It Takes”.» ONDAROCK

«[…] sono italiani sì – romani per inciso – e la loro prima prova è stata Pilot, data alle stampe quattro anni fa. Con questo secondo lavoro, però, mettono ulteriormente a fuoco il loro stile abrasivo, con brani dall’impatto immediato che richiamano il suono Dischord […]» SENTIREASCOLTARE

«[…] i Lags appaiono quanto mai saldi nella loro scomoda posizione in bilico tra linguaggi differenti e confermano in pieno quanto di buono avevamo intuito in Pilot. Promossi a pieni voti.» THE NEW NOISE

CONTATTI:
https://www.facebook.com/wearelags
https://www.facebook.com/toloselatrack
https://www.facebook.com/fuzzycluster
https://www.facebook.com/CasuMarzuRecords
https://www.facebook.com/yummytrufflescollective

© 2019, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *