Ataraxia: recensione di QUASAR

Ataraxia

QUASAR

AnnapurnA Production

16 ottobre 2020

genere: folk rock, progressive, new wave, psych

_______________

Il 16 ottobre 2020, per AnnapurnA Production, è uscito QUASAR, il nuovo album degli Ataraxia.

Un viaggio mistico tra folclore e spiritualità, un’opera progressive-folk rock enigmatica e suggestiva.

QUASAR elogia la lentezza attraverso atmosfere terse e delicate, figlie di sonorità morbide e avvolgenti caratterizzate da un accurato lavoro vocale (soprattutto per quanto riguarda cori e seconde voci) e dall’impiego massiccio di strumenti acustici contrapposti a sintetizzatori elettronici,
che conferiscono un tocco new wave alla proposta.

Il collettivo modenese offre una scaletta di sette brani, ben mescolati fra loro, che suonano come capitoli di una narrazione complessiva piuttosto ampia, fatta di melodie, spoken poetry e piccoli
dettagli volti a rendere il tutto più intrigante.

La centrale Sex Is A Prayer , oltre a godere di un’ottima interpretazione canora e di un mood fortemente sensuale, segna un margine all’interno del progetto, oltre cui le composizioni si
arricchiscono di venature progressive (come nel caso di Radiance) e di stesure vocali fino a quel momento inedite (The Timeless), per poi chiudere il cerchio con la più canonica Beyondness.

La lunga durata che contraddistingue la maggior parte delle tracce si rivela alle volte forzata, portando queste a un eccessivo ripetersi che trova, musicalmente parlando, poche motivazioni e che rende più pesante l’ascolto a un orecchio neofita.

Quanto proposto in QUASAR è indubbiamente il frutto di una lunga ricerca artistica che porta alla creazione di un album (per quanto decisamente legato al gusto “di genere”) interessante e ricco di spunti, in grado di far emergere il collettivo Ataraxia in quanto coraggiosa eccezione nel panorama
musicale italiano.

Alberto Maccagno

TRACKLIST:

1. Iniziazione

2. Nebula

3. Oneness

4. Sex Is A Prayer

5. Radiance

6. The Timeless

7. Beyondness

FORMAZIONE:

Francesca Nicoli – voce

Vittorio Vandelli – chitarre, basso, voce

Giovanni Pagliari – tastiere, sintetizzatori e voce

Riccardo Spaggiari – batteria, programmazione

Totem Nara – violoncello (tracce 3, 4 e 6)

© 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.