The Underworld Vampires: recensione di Mondo Parallelo

The Underworld Vampires

Mondo Parallelo

Asylum Recordings

1 novembre 2021

genere: synth wave, darkwave, cantautorato italiano, elettro-rock, synth disco

_______________

Recensione a cura di Andrea Musumeci

Anticipato dall’uscita dei singoli Orso Bruno e Foskia, è uscito Mondo Parallelo, l’album d’esordio della band new wave pugliese Underworld Vampires, edito per l’etichetta Asylum Recordings.

Quello dei baresi Underworld Vampires, vincitori del bando “Programmazione Puglia Sounds Record 2020/2021”, è un progetto musicale nato nel 2018 dall’amicizia tra Nicola Catino e Domenico Capobianco; sodalizio che si è consolidato lungo questi anni fino a rinforzarsi e diventare un trio con l’ingresso del nuovo membro Francesco Valentino.

Le dieci tracce di Mondo Parallelo, cantate in italiano e dosate con una profondità testuale dall’anima autobiografica introspettiva e malinconica, prendono forma attraverso una mescolanza di generi piuttosto omogenea, dove atmosfere elettroniche evocative, oniriche e umbratili disegnano orbite ellittiche che si concentrano e si saturano intorno a uno spin emotivo e chiaroscurale, mostrandosi in tutta la loro fragilità poetica e nel dualismo simbiotico e polarizzante degli opposti.

Passando attraverso la vocazione vintage di pulsazioni cardiache synth-wave, gli echi new wave a tinte noir e quell’europop ottantiano di matrice anglofona, il perimetro sonoro della release converge in una spirale epidermica e melodica che si fa trascinare dalle onde mediterranee di quel cantautorato elettro-rock, a tratti arabeggiante, che rimanda ai mondi lontanissimi di Franco Battiato, finendo per girovagare all’interno dei labirinti disco rock dei primi Subsonica.

Il quadro tematico descritto dagli Underworld Vampires, nella sua mistificazione simbolica, si riassume nel riflesso di un mondo bipolare in cui realtà e sogno si confondono tra loro, dove elementi naturali come la foschia si fanno metafora dell’ignoto e dei misteri clandestini che destabilizzano il flusso dei rapporti interpersonali, in una società moderna che non riesce più a distinguere il bene dal male, rassegnata a non avere più il controllo dei propri orizzonti e vampirizzata dalle nuove dinamiche interattive, dall’effimero delle apparenze virtuali e sempre più schiava della tecnologia. Ma questo, Unabomber l’aveva capito già qualche decennio fa.

https://www.facebook.com/underworldvampires/

Membri della band:

Nicola Catino: voce

Domenico Capobianco: synth

Francesco Valentino: produzione, voce

Tracklist:

1. Orso Bruno

2. Foskia

3. Distrazioni H2O

4. Immobili

5. Six Falling Stars

6. Mondo Parallelo

7. Il Mistero e La Ninfa

8. Angelo Strano

9. Non Posso Farne A Meno (Mare)

10. Cado In Su

© 2021, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.