I Pink Floyd con il popolo ucraino: Hey Hey Rise Up

I Pink Floyd con il popolo ucraino. La band torna a suonare insieme per un nuovo brano dal titolo ‘Hey Hey Rise Up’ – disponibile dalla mezzanotte di oggi, 8 aprile – a supporto al popolo ucraino.

Si tratta della prima nuova musica originale registrata dai Pink Floyd riuniti, dai tempi di The Division Bell del 1994. La traccia vede la collaborazione di David Gilmour e Nick Mason con il bassista Guy Pratt, Nitin Sawhney alle tastiere, con una performance vocale straordinaria di Andriy Khlyvnyuk della band ucraina Boombox.

La traccia, registrata mercoledì 30 marzo, utilizza la voce di Andriy estrapolata da un suo post Instagram che lo immortala mentre canta in Sofiyskaya Square a Kiev.

Il brano “Oh, The Red Viburnum In The Meadow” è un brano ucraino folk di protesta scritto durante la prima guerra mondiale e che si è diffuso in tutto il mondo durante lo scorso mese in protesa all’invasione dell’Ucraina. Il titolo del brano dei Pink Floyd deriva dall’ultima frase del brano che si traduce con “Hey, Hey, Rise up and rejoice”

Registrato lo scorso 30 marzo, il pezzo viene così descritto dallo stesso Gilmour: “Vogliamo raccogliere per beneficenza e tenere alto il morale”, spiega, “Vogliamo mostrare il nostro supporto e dimostrare come gran parte del mondo pensi sia totalmente sbagliato invadere un paese democratico indipendente”.

© 2022, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.