Queen – Live at Wembley ‘86

Londra, 12 Luglio 1986.

Una data simbolo per gli amanti del rock, in particolare per i fan dei Queen. Si tiene, infatti, allo stadio di Wembley, uno dei concerti più iconici di sempre: il Live at Wembley ‘86, una tappa del Magic Tour europeo, svoltosi dopo l’uscita del precedente lavoro della band A Kind of Magic.

A seguito di questo live verrà pubblicato, sei anni più tardi, il disco omonimo e anche un dvd.

Freddie.jpg

Nel 1986 Ronald Reagan tentava di arginare Gheddafi cosí come gli ucraini cercavano di contenere le scorie radioattive sprigionatesi dopo l’esplosione della centrale nucleare di Cernobyl; ai Mondiali del Messico, si tentava, invano, di placare la furia di Maradona, che portava la sua Argentina a vincere la competizione.

Il 1986 fu un anno movimentato anche per il rock, e rappresentò, in un certo senso, un giro di boa per quella che era stata la musica degli anni ‘80, con uscite discografiche importanti come Master of Puppets dei Metallica e Reign in Blood degli Slayer, per quanto riguarda il metal, Slippery When Wet dei Bon Jovi e The Final Countdown degli Europe, solo per citarne alcuni.

Mentre negli States tornavano alla ribalta gli Aerosmith, i quali, al pari dei Beastie Boys, stavano dando vita ad un nuovo tipo di contaminazione musicale, e i Guns n’ Roses iniziavano a farsi strada nel panorama hard rock, in Gran Bretagna stava volgendo al termine l’era dei grandi spettacoli dei Queen.

Queen.jpg

Quello di Wembley fu, infatti, uno degli ultimi concerti della band con Freddie Mercury come frontman (si esibirà per l’ultima volta con il gruppo un mese dopo, a Knebworth, il 9 agosto 1986) e, oserei dire, uno degli ultimi concerti dei Queen, perché, a parer mio, sostituire un elemento di quel carisma e talento, significa snaturare un gruppo che per forza di cose, non potrà mai più essere lo stesso di prima, al punto da non esistere più.

Al concerto parteciparono circa 80000 spettatori, fu un evento mastodontico che si ripeté per due giorni, l’11 e il 12 Luglio, per un totale di oltre 150000 persone; il costo del biglietto era inferiore alle 15£.

Ad aprire i concerti furono tre band di tutto rispetto: Status Quo, The Alarm e INXS.

La scaletta comprendeva brani tratti dal disco che veniva promosso nel tour, A Kind of Magic, come già detto, ma anche molti fra i più grandi successi dei Queen.

Freddie2.jpg

Anni dopo, Brian May commenterà così:

“I concerti a Wembley del 1986 sono stati il nostro apice. Come band eravamo al nostro meglio, e Freddie aveva sviluppato quel modo fenomenale di rapportarsi con il pubblico negli stadi. Tornare a casa a Londra e suonare per due sere con il tutto esaurito era per noi una grande grande occasione. Nessuno di noi poteva sapere che quelle sarebbero state le ultime volte che avremmo suonato dal vivo insieme”.

© 2019 – 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.