Fontaines D.C.: recensione di A Hero’s Death

Fontaines D.C.

A Hero’s Death

Partisan Records

31 luglio 2020

genere: post-punk

_______________

Il 31 luglio 2020, per Partisan Records, è uscito A Hero’s Death, il nuovo album dei Fontaines D.C.

Un album amaro e malinconico, la visione in time lapse di una giornata di pioggia. Il nuovo lavoro degli irlandesi, grigio e uggioso, mescola la tristezza con la noia, stendendo un velo di apatia su tutte e undici le tracce che lo compongono.

Già a partire da I Don’t Belong, primo episodio del disco, inizia a farsi spazio una vena indie-rock che caratterizzerà molti capitoli dell’opera, dove la voce simil-sofferente di Grian Chatten si adagia su riff di chitarra scuri e profondi.

I Fontaines D.C. si dimostrano curiosi e rinnovati rispetto a quelli ascoltati in Dogrel (2019), mantenendo una forte ispirazione post-punk che richiama il passato (specialmente in brani come A
Lucid Dream e la title track A Hero’s Death) ma riducendo nettamente gli spoken in favore delle melodie e preferendo le atmosfere dei Velvet Underground a quelle di Morissey (come testimoniano Sunny e la conclusiva No).

Degne di menzione sono anche Televised Mind, singolo di cui è stato realizzato un videoclip, e Oh Such A Spring, momento più delicato ed emozionante che funge da piccolo intervallo dal torpore
della release.

La band di Dublino si conferma, al di là di ogni gusto e/o preferenza, una delle realtà più interessanti del panorama rock odierno, presentando al pubblico nuove facce del diamante senza stravolgere il proprio stile e la propria identità.

In conclusione, possiamo sostenere come A Hero’s Death sia un album ricco di idee e piacevolmente ispirato, da ascoltare più volte per poter abbattere la parete emotiva che lo “protegge” e, finalmente, coglierne a pieno ogni colore e sfumatura.

Alberto Maccagno

TRACKLIST:

1. I Don’t Belong

2. Love Is The Main Thing

3. Televised Mind

4. A Lucid Dream

5. You Said

6. Oh Such A Spring

7. A Hero’s Death

8. Living In America

9. I Was Not Born

10. Sunny

11. No

FORMAZIONE:

Grian Chatten – voce, tamburello

Carlos O’Connell – chitarra, cori

Conor Curley – chitarra, pianoforte, tastiere, cori

Tom Coll – batteria, percussioni, chitarra

Conor Deegan – basso, chitarra, cori

© 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.