The Clash: London Calling – 14 dicembre 1979

14 dicembre 1979.
Esce nel Regno Unito London Calling, il terzo album dei The Clash, pietra miliare del genere post punk, con oltre due milioni di copie vendute.
Disco eterogeneo, che affianca alle sonorità punk rock, influenze ska e reggae.

Il 1979 è stata una grande annata per lo sviluppo di sottogeneri come new wave e post punk: secondo alcuni è stata addirittura la migliore annata musicale di sempre, un anno di rottura col passato, la disfatta dell’ideologia punk, rivoluzione che durò il tempo di Never Mind The Bollocks, e già lanciato nel futuro delle fusioni, del crossover e dell’elettronica al servizio di ogni genere musicale. L’avvento del post punk.

London Calling è l’evoluzione dei The Clash che si lasciano alle spalle la semplicità scarna ed essenziale del punk londinese, per sperimentare la mescolanza di suoni e concettualità più profonde.

Se esiste una foto che coniuga passione per la musica e per la fotografia, è proprio quella realizzata da Pennie Smith, immagine che diventò poi la celeberrima copertina di London Calling dei The Clash, che ritrae il bassista Paul Simonon intento a distruggere il basso sul palco durante un concerto al Palladium di New York, un pò come a rappresentare la distruzione, la fine del punk, e l’inizio di una nuova onda musicale da cavalcare.

Se Elvis è stato uno dei personaggi più influenti della storia della musica, non è soltanto per le sue canzoni. La copertina di London Calling, con quella grafica rosa e verde, è un chiaro omaggio al primo disco del Re del Rock & Roll.

I The Clash si distaccarono dalla filosofia autodistruttiva e nichilista del punk britannico per riconoscere la validità della controcultura art rock, l’importanza del sincretismo musicale e l’opportunità di trasformare quella ribellione in denaro.

London Calling racconta, anche con sarcasmo, i problemi che stava affrontando Londra, e l’intera l’Inghilterra, in quegli anni grigi, segnati da disoccupazione, violenza, conflitti razziali, abuso di droghe, e soprattutto dall’egemonia politica di Margaret Thatcher.

© 2019, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *