Dave Grohl: 14 gennaio 1969

14 gennaio 1969.
Nasce Dave Grohl, attuale chitarrista e voce dei Foo Fighters ed ex batterista dei Nirvana.

È stato anche batterista nel project side Them Croocked Volture, nei Queens of the Stone Age, negli Eagles of Death Metal ed, in origine, ha fatto parte della band Scream, insieme a Franz Sthal, chitarrista dei Foo dal ‘97 al ‘98.

Dopo la morte di Kurt Cobain, avvenuta nel 1994, Dave Grohl era incerto sul suo futuro. Era rimasto molto scosso dalla scomparsa del suo compagno e la fine dell’esperienza coi Nirvana lo aveva portato ad un periodo di allontanamento dalle scene.

Dopo una breve parentesi con i Tom Petty and the Heartbreakers, Grohl decide di dedicarsi ad un progetto tutto suo e così incide, quasi totalmente in autonomia, il primo disco omonimo dei Foo Fighters, prima ancora di avere una band completa. L’ex turnista dei Nirvana, il chitarrista Pat Smear, si unì ben presto al progetto e i Foo Fighters, una volta completata la line up, spiccarono il volo.

Ad oggi sono una delle band contemporanee più apprezzate nel mondo del rock e gran parte di questo successo è dovuto non solo al talento musicale e compositivo di Grohl, ma anche al suo carisma, alla sua spontanea simpatia e alle sue straordinarie capacità di entertainer.

Ultima fatica del nostro Dave, il singolo solista ‘Play’, pubblicato nell’Agosto del 2018. Si tratta di un brano strumentale di circa 23 minuti accompagnato dal relativo documentario incentrato sulla genesi e registrazione dello stesso. Sì, sono 23 minuti di brano, ma meritano tutti.

“Kurt Cobain pensava che facessi schifo”.
Nel settembre del 2011, Dave Grohl si è confessato a Rolling Stone USA; ha parlato delle sue insicurezze durante gli anni passati insieme a Kurt Cobain e Krist Novoselic, dichiarando di aver temuto che Cobain lo volesse fuori dalla band perché insoddisfatto del suo modo di suonare la batteria.

Ecco alcuni dei passaggi più significativi delle parole di Dave: “Non credo di averlo mai detto a nessuno, ma c’è stato un momento in cui Kurt era insoddisfatto del modo in cui suonavo la batteria. Credo pensasse che facessi schifo. Ma non me l’hai mai detto. Se gli avessi chiesto “c’è qualche problema?” mi avrebbe risposto “No”. Era così, specialmente durante le registrazioni di ‘In Utero’, quando Kurt era insoddisfatto di quello che stava capitando ai Nirvana”.

“Non c’è mai stato un grande feeling al di fuori della musica. Krist e Kurt erano molto amici, avevano fatto tutto insieme, da Aberdeen al successo di ‘Nevermind’. Erano quel tipo di amici che condividono tutto e che non hanno bisogno di parlarsi per capirsi. Io non ho mai avuto un rapporto del genere con loro perché venivo da un mondo diverso. Oltretutto in neanche un anno i Nirvana sono diventati qualcosa che nessuno si sarebbe mai immaginato. In quel contesto era difficile connettersi con qualcuno”.

“Kurt era molte cose insieme. Poteva essere diverente o antipatico, timido oppure molto espansivo. Poteva essere dolce oppure malvagio. Poteva intimidirti. Pensavo di essere un buon batterista ma non sono mai stato sicuro di essere all’altezza di una cosa così grande come i Nirvana. Sinceramente non mi vedevo come batterista di livello mondiale”.

Oggi, Dave Grohl è uno dei più importanti frontman della scena rock mondiale, un vero e proprio ‘animale da palco’… sempre che non inciampi.

© 2021, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.