David Lee Roth: Eat ‘Em And Smile

7 luglio 1986.
David Lee Roth pubblica il suo debut album solista Eat ‘Em and Smile, dopo lo storico divorzio dai Van Halen.

Eat ‘Em and Smile è un disco carico di energia rock e supportato da un cast di musicisti di grande livello: Steve Vai, con il suo virtuosismo al servizio del rock essenziale che voleva David, ed il bassista dei Mr.Big Billy Sheenan.

Quel puttaniere di David Lee Roth ce l’aveva fatta ancora: aveva abbandonato i Van Halen e aveva il disperato bisogno di fare un album da solista. Ci riuscì, realizzando il tutto con successo, tanto da spaccare il culo a 5150 dei Van Hagar.

La sua verve da rocker istrionico e di classe faceva ancora la differenza.

Va detto, a onor del vero, che dopo Eat ‘Em and Smile, David non ha più realizzato un album decente, ma gli va riconosciuto il grande merito di essere stato sempre sincero e trasparente con i suoi fan, riuscendo a costruire un intero album intorno alla personalità del puttaniere bianco e arrapato che va a letto con molte donne.

Brani rock, diretti, come Yankee Rose, Tobacco Road, Shyboy e I’m Easy permettono all’album di raggiungere le vette delle classifiche americane.

Del resto, a chi non è mai capitato di avere in famiglia uno zio cazzaro che beveva troppo e che iniziava a raccontare davanti a tutti storie ridicole e imbarazzanti.

E in quel momento non capivate se era il piu coglione oppure il più figo della famiglia, però vi affascinava.

Bè, David Lee Roth era come quello zio, ed Eat ‘Em and Smile è la sua storia solista più grande, il suo capolavoro.

© 2019, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *