Recattivo: recensione di Senza Respiro

Recattivo

Senza Respiro

Sorry Mom!

18 ottobre 2019

genere: alternative rock italiano

_______________

Il 18 ottobre 2019, per Sorry Mom!Records, è uscito Senza Respiro, ultima fatica discografica dei Recattivo. La band padovana mescola in Senza Respiro una serie di ingredienti, saggiamente dosati, con l’intento e il risultato di ottenere un ottimo prodotto.

Musicalmente, l’album presenta una delle caratteristiche migliori che si possano chiedere a una band, ossia l’equilibrio: i musicisti non prevalgono come singoli ma, forti del proprio talento, vincono come squadra. Infatti, risultano molto apprezzabili le chitarre, “rotonde” ed avvolgenti, che nei riff ricordano anche band come i Metallica (quelli delle ballad) o gli Scorpions, conferendo al disco un’atmosfera molto leggera, seppur un po’ cupa.

A livello ritmico, si tratta di un disco piuttosto quadrato e ben suonato ma che presenta particolarità interessanti in brani come Non Se Ne Andrà, dove possiamo ascoltare ben tre cambi di
ritmo nel solo minuto iniziale, e Come Erba Fresca D’Inverno, dove la batteria detta una linea decisamente più sincopata. Grande merito, ovviamente, va anche alle linee di basso, in particolar modo in brani come L’Aria Solleva la Polvere o Se Spari Centrami Bene, all’avvolgente stesura di pianoforte che accompagna Pretesto e alla commistione di tutti gli elementi in un pezzo come Prima Che Venga Sera, che presenta anche un bellissimo violino, suonato dal batterista Martino De Paoli.

Come già detto, pardon, vince la squadra. Dal punto di vista vocale, ci troviamo di fronte a un disco eccezionale: Simone Pittarello, frontman della band veneta, affronta ogni canzone nel modo più consono, rispettandone le stesure e l’atmosfera, valorizzandola e valorizzandosi. Si prodiga, inoltre, in tutta una serie di melodie e di vocalizzi ad alto coefficiente di rischio, i quali
però non risultano mai esagerati o stucchevoli. Parlando di canto, sicuramente sono da evidenziare la performance in una traccia come Pretesto, una delle parti migliori di tutto Senza Respiro, o di uno come Tornerai, dove Pittarello viene coadiuvato dalla cantante Tiziana Guerra, anch’essa padovana.

Ciliegina sulla torta sono i testi dell’opera: ci troviamo di fronte a delle liriche molto ricercate (senza essere accademiche), poetiche e piene di metafore, che trasportano in esse un significato quasi sempre chiaro ed univoco. Il tema portante di queste è il dolore, inteso come male dell’anima, e tutto quello che può girarci attorno, come ad esempio l’amore o i comportamenti umani, funge da pretesto per l’espressione di questo.

Tra i migliori testi dobbiamo segnalare Icaro (dove la metafora del mito greco è palese), che gioca sul significato di non essere pronti al volo e sul bruciarsi le ali volendo stare troppo in alto, L’Uomo Che Sparava Ai Fantasmi, un vero e proprio inno contro il pregiudizio e l’ipocrisia di chi predica bene e razzola male , e Prima Che Venga Sera , canzone più poetica del disco. Quest’ultima è, infatti, una vera e propria fotografia del dolore, delle sue conseguenze e dell’istinto vitale nel combatterlo; un istinto vivo fino a quando sentiamo il male.

In generale, possiamo affermare che con Senza Respiro, i Recattivo hanno dato un’ottima prova di maturità e hanno messo in mostra tutto il proprio bagaglio di inventiva e creatività. Un disco veramente bello.

Alberto Maccagno

TRACKLIST:

1. Icaro

2. Senza Respiro

3. Non Se Ne Andrà

4. Che Ti Aspettavi

5. Prestigio

6. Devi Fare Da Te

7. Tornerai

8. Pretesto

9. Teniamoci Lontani

10. L’Aria Solleva la Polvere

11. L’Uomo che Sparava ai Fantasmi

12. Se Spari Centrami Bene

13. Come Erba Fresca D’Inverno

14. Prima Che Venga Sera

FORMAZIONE:

Martino De Paoli – batteria, violino

Tommaso Filippi – chitarra

Francesco “Frana” De Paoli – basso, chitarra classica

Simone Pittarello – voce, pianoforte

Tiziana Guerra – voce aggiuntiva in Tornerai, traccia n. 07

© 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.