Bez Yorke: recensione di MyenemE

Bez Yorke

MyenemE

Lost Generation Records

20 novembre 2020

genere: elettropop, breakbeat, space rock

_______________

Recensione a cura di Alberto Maccagno

Il 20 novembre 2020, per Lost Generation Records, è uscito il nuovo EP di Bez Yorke, intitolato MyenemE.

Come gli antichi stregoni osservavano nelle interiora degli animali per predire il futuro (d’altronde, ai tempi, non esisteva nemmeno il WWF), così Bez Yorke guarda fra le viscere della musica
elettronica per trovare sé stessa.

L’artista romana torna sulle scene con un progetto elettro-pop, breve ma concentrato, che alterna momenti ballabili e uplifting ad altri più scuri e introspettivi.

Dopo un’apertura dance (dalle ritmiche vagamente tribali) con la title track MyenemE, l’opera si sposta su sonorità dark e space rockeggianti, che richiamano il mood compositivo di Awolnation, con Breathe Damage e mantiene un alone di oscurità anche per la successiva Banksy, la quale
evidenzia una forte atmosfera da club (enfatizzata nella rivisitazione tech house del conclusivo Bunch Of Flowers Remix, realizzato da Max Varani dei Venus In Disgrace).

Piacevolmente riuscita risulta anche la cover di Jungle, nella versione di Wankelmut & Emma Louise, che conferisce alla hit una ritmica sincopata e un’interpretazione vocale più corposa e intensa, sollevandola dal velo di timida sofferenza che caratterizza l’originale.

Quanto proposto da Eleonora Iacovacci, vero nome di Bez Yorke, in MyenemE è un lavoro curato e soddisfacente, in cui la bassista dei Paxarmata e dei Lamalamela si “sveste” dello strumento per indossare una differente anima musicale, più vicina al mondo notturno dei club, e uno stile canoro, se non sensuale, quantomeno viscerale, portando a un risultato al contempo coinvolgente e introspettivo.

TRACKLIST:

1. MyenemE

2. Breathe Damage

3. Banksy

4. Jungle

5. Banksy (Bunch Of Flowers Remix)

CREDITS:

Eleonora “Bez Yorke” Iacovacci – voce, produzione, chitarra (traccia 2)

Max Varani – produzione (traccia 5)

© 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.