Il nuovo disco dei NORTHWAY “The Hovering”, la mimesi del suono, in uscita il 25 settembre

Esce il 25 settembre 2020 The Hovering, il secondo album dei bergamaschi Northway per l’alternative label I Dischi del Minollo.

Registrato presso il Trai Studio di Inzago da Fabio Intraina e masterizzato da Giovanni Versari presso La Maestà Studio di Tredozio, l’album dei Northway, si ascolta come una vertigine che sorprende l’ascoltatore, attraverso fenomeni sonori che riproducono tutte le sensazioni provate dalla band nel momento in cui sta suonando: “quel rimanere sospesi a mezz’aria pervasi da un senso di profonda armonia”

The Hovering, la cui uscita era prevista per marzo 2020 e poi rinviata per la pandemia, nasce dopo tre anni dal precedente full-lenght “Small Things, True Love” (2017) ed è fortemente caratterizzato da un intenso lavoro in studio, dove i quattro musicisti hanno ricercato un equilibrio tra tradizione e sperimentazione, delinando così il sound dei Northway. L’esperienza di The hovering viene definita dalla band come “un’alchimia strumentale, schizofrenicamente post-rock e nostalgicamente psichedelica.”

Northway sono:

Antonio Tolomeo (chitarra)

Luca Laboccetta (chitarra)

Matteo Locatelli (basso)

Andrea Rodari (batteria)

La band nasce nel 2014 e già durante le prime sessions si sperimentano nuove sonorità. La voce è presto abbandonata per approdare al vasto territorio del post-rock. Un’identità sonora che evoca band come Mogwai, Mogwai, Godspeed You! Black Emperor, This will destroy you ecc…; la webzine Rockit definisce i Northway “una band da tenere assolutamente in considerazione, specialmente in previsione di lavori futuri, che si preannunciano notevoli sotto ogni aspetto.”

© 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.