Moltheni: recensione di Senza Eredità

Moltheni

Senza Eredità

La Tempesta Dischi

11 dicembre 2020

genere: rock cantautorale, folk acustico

_______________

Recensione a cura di Alberto Maccagno

L’11 dicembre 2020, per La Tempesta Dischi, è uscito Senza Eredità, il nuovo album di Moltheni.

La nostalgia, come un filo rosso, lega fra loro i ricordi e, così, caratterizza la narrazione musicale e lirica di Senza Eredità.

Il marchigiano Umberto Maria Giardini, vero nome nascosto dietro al moniker di Moltheni, torna un’ultima volta sulle scene con un lavoro emozionale, emozionante e sincero.

Dalle immagini in questo evocate traspare un senso di amarezza costante, addolcito a tratti da pennellate di vivida
malinconia ( La Mia Libertà, Estate 1983), che riesce ad abbracciare l’intimità dell’ascoltatore, soprattutto in episodi quali Spavaldo (un bel brano, seppur un po’ troppo ridondante), Sai Mantenere Un Segreto? e la conclusiva Tutte Quelle Cose Che Non Ho Fatto In Tempo A Dirti.

Inoltre, l’uno-due composto da Se Puoi, Ardi Per Me e dalla successiva Il Quinto Malumore conferisce una gradevole venatura blues rock all’opera, spezzando il flow cantautorale e acustico di
questa e valorizzandone ulteriormente l’eterogeneità creativa.

Infine, il timbro vocale e le riuscite interpretazioni canore mettono la proverbiale ciliegina sulla torta a un album incisivo e, sicuramente, indovinato. Attraverso stesure sporche e graffiate, infatti, l’artista enfatizza l’orecchiabilità delle canzoni, senza scadere nel banale ma accentuandone il
potenziale radiofonico (Ester, Nere Geometrie Paterne).

Umberto Maria Giardini torna a vestire i panni di Moltheni un’ultima volta, dopo ben undici anni di assenza dalle scene, e lo fa con successo, regalando al pubblico un progetto sicuramente retrò
(come la tradizione indie nostrana vuole) ma ben calato nella modernità, lasciando così ai posteri un’eredità pronta per essere raccolta e riaccolta (pardon) in future produzioni musicali e, di
conseguenza, anche un titolo da smentire.

Tracklist:

1. La Mia Libertà

2. Ieri

3. Estate 1983

4. Se Puoi, Ardi Per Me

5. Il Quinto Malumore

6. Ester

7. Nere Geometrie Paterne

8. Spavaldo

9. Sai Mantenere Un Segreto

10. Il Mio Tempo

11. Tutte Quelle Cose Che Non Ho Fatto In Tempo A Dirti

© 2020, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.