Bruce Springsteen: recensione di Nebraska

Recensione a cura di Andrea Musumeci

30 settembre 1982. Bruce Springsteen pubblica il suo sesto lavoro discografico intitolato Nebraska, edito per Columbia Records.

Ci sono dischi che esulano da discorsi commerciali, dal mainstream, o dalle facciate di ipocrisia. Ci sono dischi che vanno oltre il voler apparire; dischi che raccontano storie intime, storie di disillusione, storie nelle quali non c’è più spazio per il sogno, storie di vita vissuta, ma vissuta piena di sbagli ai quali non c’è rimedio.

Storie di rapporti problematici padre e figlio mai totalmente risolti, storie di scelte etiche e contro l’etica, pur di salvarsi la pelle. Storie di lande desolate, di nuvole basse e di un territorio cupo e malinconico dal quale si può fuggire. Ma sarà, invece, impossibile fuggire dalle paure, perché quelle, comunque sia, te le porti appresso con quella inconscia e rassegnata consapevolezza di doverci convivere.

Bruce Springsteen racconta un periodo della sua esistenza, una parte del suo vivere certi disagi, come chiunque altro. Racconta questo di sé, a se stesso e a chi voglia prestare orecchio e cuore a questa sua opera intimista e a tratti autobiografica.

Nebraska è un album che va controcorrente rispetto al clima rock modaiolo che si respirava in quel periodo storico. Registrato completamente in chiave acustica, Nebraska può essere considerato, a tutti gli effetti, un concept album, e la copertina del disco ne è già un’evidente anticipazione.

Chitarra acustica, armonica e tastiera, il tutto suonato interamente e solamente da Springsteen, che per la prima volta rinunciava alla consueta collaborazione della E-Street band.

Un’opera intimista e minimalista che racconta un determinato stato d’animo, che fa i conti col passato e che non punta a dare risposte, bensì ad accettare certi errori e a convivere con la rabbia, col rimorso di non poter tornare indietro.

Nebraska diverrà un passaggio importante per la carriera discografica di Bruce Springsteen: un disco che non può assolutamente mancare nella nostra collezione.

https://youtu.be/M3eu1gW-bQ8

© 2019 – 2021, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.