Tom Morello

New York, 30 maggio 1964.

Nasce Tom Morello, all’anagrafe Thomas Baptiste Morello, chitarrista statunitense, componente dei Rage Against the Machine, Audioslave e The Nightwatchman.

Nel 1988 conosce Zack de la Rocha in un locale di Los Angeles, dove si stava esibendo in alcune canzoni rap.

L’arrivo di Zack e del suo amico Tim Commerford sancisce, nel 1991, la nascita dei Rage Against the Machine, band fortemente attiva politicamente e con ideali convinti di sinistra, che portò a un nuovo livello il concetto di rap metal.

Certo, mi viene difficile immaginare che i quattordicenni brufolosi e onanisti, ascoltando le parole “Fuck you I won’t do what ya tell me”, pensassero veramente ai combattenti messicani dell’esercito di Zapata.

Del resto, lo sappiamo che gli adolescenti sono alquanto impressionabili.

Penso che, negli anni ’90, i Rage Against the Machine siano stati la band più interessante e valida della scena crossover pop di quel decennio, grazie anche, o soprattutto, ai riff geniali di Morello.

Tom Morello è divenuto famoso per il suo particolare stile chitarristico, una commistione di straordinari riff rock, metal e funk, con sonorità hip hop.

La caratteristica che lo ha reso inconfondibile è l’elevato uso di effetti: delay, armonizzazioni, modulazioni, distorsioni e fenomeni di feedback, che gli permettono di trasformare radicalmente il suono della sua chitarra.

Lo stesso Morello ha infatti più volte affermato che alla base del suo sound c’è soprattutto fantasia e inventiva.

Tom Morello è anche conosciuto per il notevole set di chitarre, a dir poco eterogeneo, di cui dispone durante i concerti e, soprattutto, per la personalizzazione estetica dei suoi strumenti, abbelliti da adesivi o frasi scritte con il pennarello, sempre a tema politico.

La prima chitarra, e probabilmente la più famosa, era una simil-Stratocaster celeste, assemblata con pezzi costruiti dal laboratorio artigianale Performance Guitars di Hollywood, abbellita da ippopotami bianchi, quanto pare disegnati dal musicista stesso, e la scritta “Arm the Homeless”.

Nel 2012 partecipa all’album di Bruce Springsteen, ‘Wrecking Ball’, suonando gli assoli nelle ballad ‘Jack of All Trades’ e ‘This Depression’, e nel 2013 collabora sempre con Bruce Springsteen per l’album ‘High Hopes’.

© 2019, Fotografie ROCK. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *